Come si fa a togliere l'odore di urina dal wc?
Manneken-Pis, la famosa statua di Bruxelles


Finora ci siamo concentrati sugli odori provocati dalle feci, ma il nostro naso ha anche un altro nemico (almeno, in bagno) e quindi l'articolo verterà su questo tema: come si fa a togliere l'odore di urina dal wc?

Ti rispondiamo subito ricordandoti che hai un alleato formidabile quando vai in bagno: SPUZZA VIA. Bastano 5 spruzzi nel wc prima di liberare l'intestino e, grazie al suo effetto barriera, non lascerai nessun odore sgradevole dietro di te.


Spuzza Via agisce prima che l'odore arrivi alle tue narici!

E adesso parliamo un po' dell'urina.

Spesso la pipì ha un odore molto, molto sgradevole, che può competere benissimo con quello della cacca e che non ha niente da invidiarle dal punto di vista della puzza.

Nell'immaginario collettivo l'odore di urina è associato al degrado e allo squallore. L'urina infatti può essere veicolo di malattie come la leptospira.


I vecchi vespasiani emanavano un odore insopportabile, soprattutto d'estate!

Storie di pipì

Al pari della cacca, la pipì può avere degli usi alternativi.

Ad esempio, nell'urinoterapia si beve la propria pipì. Pur non essendo medici, ci permettiamo di sconsigliare questa pratica perché potrebbe far male alla salute. Ma se vuoi saperne di più, puoi trovare molte informazioni qui.

Dalla pipi si può ricavare energia e unita alla sabbia, può dar vita a un materiale simile al calcestruzzo che serve per creare mobili.

Si racconta di un medico del passato che si era specializzato nell'assaggio della pipì e che riusciva a determinare lo stato di salute di una persona bevendo un po' della sua urina. Una volta gli fecero uno scherzo dandogli da assaggiare la pipì di una donna incinta spacciandola per quella del re e lui se ne accorse.

Anche la pipì ha la sua gloria artistica. Per esempio, nel film “Desperado” c'è un cammeo in cui Quentin Tarantino racconta una barzelletta di uno che urina in un bar. In “Amici Miei”, il Necchi (Renzo Montagnani) fa bere all'amante della moglie un brodo in cui aveva minguto.

Pausa grammatica: minguto è participio passato di mingere, il termine medico e aulico che indica l'atto di urinare. Il sostantivo corrispondente è minzione. Sono vocaboli che derivano dal tardo latino.


La famosa scena del film "Amici miei"

Molti animali usano l'urina per segnare il territorio. I cani, ad esempio, annusandola, traggono informazioni sui loro simili.


I cani segnano il territorio con la loro urina

Togliere la puzza di pipì dal wc

Nonostante queste curiosità interessanti, rimane il problema: la pipì puzza. Non sempre in modo insopportabile ma comunque puzza, soprattutto se non viene tirata immediatamente l'acqua dello sciacquone, o se fa molto caldo.

Quindi come si fa a togliere la puzza di pipì dal wc? Puzza che non resta confinata nella tazza del gabinetto, ma che si diffonde in tutto l’ambiente.

Prima di rispondere a questa domanda, cerchiamo di rispondere a un'altra: perché ha un odore sgradevole?


Due odori che molto spesso vanno a braccetto!

Perché puzza?

Facci caso: la pipì assume l'odore di una delle ultime cose che abbiamo mangiato. Ad esempio, è risaputo che gli asparagi le danno un odore molto forte. Gli asparagi non sono l'unico cibo ad avere questo sgradevole effetto collaterale. Gli fanno buona compagnia l'aglio, le cipolle, il cavolfiore, il curry, il pesce, l'alcol e il caffè. Invece l'ananas dà alle urine un odore dolce e quasi piacevole e questo vale anche per tutta la frutta ricca di zuccheri.


L'odore delle urine è influenzato da quello che mangiamo


Un odore particolare delle urine può essere il sintomo di una malattia o della presenza di batteri.

A volte l’odore della pipì, nelle donne, dipende dalla gravidanza o dall’ovulazione. Altre volte, dalla menopausa. In ogni caso, un cambiamento ormonale può avere un impatto sull'odore dell'urina (questo riguarda anche gli uomini, che hanno anche il problema della prostatite, un altro fattore che può determinare un odore particolare della minzione).


Un odore particolare delle urine può essere sintomo di una malattia

Altri fattori che possono peggiorare l'odore dell'urina sono l'assunzione di integratori, il cambio di dieta, la presenza di sangue e la disidratazione. Quest'ultimo caso è interessante, vediamo perché.

La pipì contiene acqua al 95%, poi sali minerali, azoto, acido urico e urea. Ecco, in caso di disidratazione l'urea si trasforma in ammoniaca, che conferisce all'urina un odore di pesce non proprio gradevolissimo.

L'odore di pesce può essere passeggero ma può essere anche cronico. Se è cronico, la causa può essere la trimetilaminuria (tmau), detta anche sindrome dell’odore di pesce. Si tratta di un'alterazione nel metabolismo della trimetilammina (TMA), un’ammina terziaria maleodorante. La TMA di solito viene trasformata in trimetilammina-N-ossido (TMAO), che è inodore, ma se questo non avviene, si accumula nell’organismo e non fa puzzare solo la pipì ma anche il sudore, il respiro, la saliva e le secrezioni vaginali.

Paradossalmente, anche bere tanta acqua può avere conseguenze negative.


Il colore delle urine rivela il grado di disidratazione del corpo

Dopo una certa età, ci può essere il problema delle perdite urinarie, che può causare contraccolpi psicologici, soprattutto se il l'odore non è neutro.

Togliere l'odore di urina dal wc

Al termine di questo articolo abbiamo alcuni suggerimenti per te.

Il primo è un consiglio disinteressato: se noti un odore cattivo e persiste delle urine, parlane con il medico perché potrebbe essere il sintomo di una malattia.


Se noti qualcosa di strano nelle urine, consulta il medico

Gli altri due sono di tipo commerciale. Se la tua pipì è particolarmente maleodorante, come succede dopo aver mangiato gli asparagi, l'uso di SPUZZA VIA prima della minzione ti può aiutare a eliminare le molecole responsabili della puzza. Scegli la fragranza che ti ispira di più e non dovrai fare la pipì trattenendo il fiato e non solo! Lascerai in bagno un buon profumo.


Spuzza Via ti aiuta anche se la tua pipì è maleodorante!


Infine, asciuga bene le parti intime con la carta igienica e cura l'igiene con le salviette o con i nostri saponi.


Le salviette sono molto utili per l'igiene intima, soprattutto fuori casa!


Fonte parte inerente alla tmau.


Articolo correlato: I saponi artigianali

Commenti (0)

Al momento non ci sono commenti

Nuovo commento

I tuoi dati sono al sicuro
I tuoi dati sono al sicuro
Spedizione gratuita oltre i 29 Euro
Spedizione gratuita oltre i 34 Euro
Politiche per i resi merce
Politiche per i resi merce
Politiche per i resi merce
Programma fedeltà
Spedizione in 24h
Spedizione in 24 ore
Soddisfatti o rimborsati
Soddisfatti o rimborsati