FASE ANALE E CACCA SENZA PANNOLINO


Che cos’è la fase anale? È un periodo dell’infanzia incentrato sulla defecazione.

Abbiamo già trattato l'argomento cacca dei bambini, quando abbiamo parlato di un uomo che la fa nel vasino di un bebè per fare uno scherzo (nel famoso film Amici Miei).


LA FASE ANALE


Anche Freud si è occupato dell'argomento, esattamente, quando ha affrontato il tema della fase anale.

Nella concezione freudiana, la fase anale segue quella orale e riguarda i bambini dai diciotto (ma a volte già al compimento del primo anno) ai trentasei mesi. Se prima era la suzione a dare piacere, adesso che il bambino è un po’ più grandicello e inizia a controllare le attività dello sfintere, lo è la defecazione. Detto in termini semplici, prova piacere nel fare la cacca.

In molti casi, il bambino è orgoglioso della sua produzione, la mostra con fierezza e la dona alla mamma. In altri, l'evacuazione genera la paura di una perdita e un senso di incompletezza.

Siccome i genitori vogliono che usi il vasino e si autocontrolli, possono sorgere sentimenti di angoscia e di frustrazione.


Passare al vasino non sempre è esente da problemi


Fissazioni anali


Se i conflitti legati a questa fase non vengono risolti, può nascere una fissazione anale ritentiva oppure  una fissazione anale espulsiva.

In termini psicoanalitici, si dice che questa fase anale vede l’esistenza di un continuum che a un’estremità ha una forma sadico-anale-espulsiva e all’altra estremità ha una forma erotico-anale-ritentiva.


Fissazione anale espulsiva


Fissazione anale espulsiva significa che il bambino fa la pupù anche nei posti e nei momenti meno opportuni. Anche subito prima e appena dopo essere stato messo sul vasino. La causa della fissazione anale espulsiva è spesso un’educazione troppo permissiva.

È probabile che da adulto diventi crudele, molto disordinato, distruttivo e manipolatore.


Se il bambino si fa la cacca addosso, l'odore non piace neanche a lui!


Fissazione anale ritentiva


Fissazione anale ritentiva significa che il bambino cerca di non fare la pupù perché prova piacere nel trattenerla. Vuole controllare le feci e impossessarsene. Quindi, se non la vuole fare non è perché ha paura di defecare.

Chi da piccolo ha sviluppato la fissazione anale ritentiva ha molte probabilità di diventare un adulto parsimonioso, se non addirittura avaro, e con un senso del possesso molto sviluppato.

Altre caratteristiche di un adulto che stato un bambino anale ritentivo: organizzazione, ossessione per l'ordine e l'igiene, testardaggine, ostinazione, perfezionismo, irascibilità, difficoltà di adattamento e di manifestare le proprie emozioni.

Si parla di gratificazione libidica, di fase sadico-anale e di emersione di un carattere aggressivo.


Un bambino con la fase anale ritentiva può diventare un adulto avaro!


Oro e denaro


Freud fa notare che il rapporto escrementi-denaro (o oro) esiste anche nel linguaggio e nella cultura popolare. Ad esempio, è molto famosa l’espressione: “Il denaro è lo sterco del diavolo”.

Facendo una piccola digressione, anche il grido portafortuna (merda!) che lanciano gli attori prima di uno spettacolo è riconducibile al rapporto denaro-escrementi. Questa usanza è nata ai tempi in cui si andava a teatro in carrozza, quindi con i cavalli. I cavalli sporcano. Ne consegue che: tanta merda = tanti cavalli = tanti spettatori = tanti soldi. In questo caso, l’inconscio, personale o collettivo, non c’entra.


Il beneaugurante "merda" che si scambiano gli attori a teatro risale all'epoca delle carrozze!

IL BAMBINO NON HA PAURA DI DEFECARE, ANZI


Nella fase anale, il bambino incomincia ad allontanarsi dalla mamma e i due gesti (trattenere e lasciar andare) lo aiutano anche a gestire il fatto che la madre non ci sia sempre. Infatti, a differenza della fase orale, in cui ritiene di essere un tutt'uno con la madre, il bimbo adesso capisce che sono due esseri a sé stanti. Inoltre, inizia a fare sue le dinamiche legate al dare e al ricevere. Come abbiamo detto prima, alcuni bambini donano alla mamma i propri escrementi.

La fase anale è un momento fondamentale nella vita del bambino, perché è in questa fase che comincia a controllare i suoi sfinteri e, in generale, ad avere il controllo di se stesso. E ne trae piacere.  Sta diventando grande e lo dimostra il fatto che non mette più il pannolino.

La scelta di fare i bisogni quando e dove decide lui e non secondo quello che dicono i genitori è un’affermazione della sua volontà. Il bambino che non fa la cacca quando la madre o il padre lo mettono sul vasino è un ribelle in erba che si oppone ai genitori, che rappresentano l’autorità.


Il bambino ribelle mette sempre alla prova la pazienza dei genitori!


SESSUALITÀ E DESESSUALIZZAZIONE



Freud sottolinea che la fase anale indica solo il piacere del bambino a fare la cacca e infatti è a questo che si riferisce l’espressione erotismo anale. Lo sviluppo di una sessualità normale non viene compromesso. È vero anche che nell’adulto ci possono essere elementi che rimandano a quel periodo, ma sono desessualizzati.


LE FECI DEI BIMBI E IL LORO ODORE


Fin qui, la teoria freudiana. Abbiamo grande rispetto per uno dei più famosi psicanalisti della storia, ma non sappiamo se quello che ha detto è vero, o se è vero solo in parte.

Sappiamo però che anche la cacca dei bambini puzza, a volte più di quella degli adulti. Non è proprio santa, come si usa definirla.

Abituarli ad usare il gabinetto, come abbiamo visto, non è sempre facile, ma puoi rendere l'operazione un gioco facendogli spruzzare SPUZZA VIA prima di sedersi sul wc. Per il bambino diventerà un rito che lo divertirà e tu non dovrai più tapparti il naso quando gli pulirai il sederino. Già, perché non sentirai nessuna puzza, garantito!

E se vuoi saperne di più sulla cacca dei neonati e dei bambini, leggi anche questo articolo del blog. Scoprirai molte cose interessanti! 

Prodotti correlati

J'anonodore 80 ml
SPUZZAVIA
J'anonodore
J'anonodore risolve uno dei problemi della nostra quotidianità: quello della puzza nella toilette

Fragranza al limone, arancia e lime

Da: 5,80 € a: 9,80 €
9,80 €
Poo N°5 80 ml
SPUZZAVIA
Poo N°5
Bastano 5 spuzzi di Poo N°5 per avere un bagno da sogno, senza cattivi odori!

Fragranza al limone e anice stellato

Da: 5,80 € a: 9,80 €
9,80 €
Poo Sauvage 80 ml
SPUZZAVIA
Poo Sauvage
Nascondi il selvaggio che c'è in te, lascia in bagno soltanto un buon profumo!

Fragranza al rosmarino, sandalo e cedro

Da: 5,80 € a: 9,80 €
9,80 €
Poo-jito 80 ml
SPUZZAVIA
Poo-Jito
Mai più cattivo odore in bagno, mai più imbarazzo per quello che hai fatto nel wc!

Fragranza al lime e menta

Da: 5,80 € a: 9,80 €
9,80 €

Commenti (0)

Nessun commento al momento

Nuovo commento